CRONACAHOME

TESSLINE FARSI TRUFFARE PUR DI NON LAVORARE

Quando qualcuno promette di guadagnare cifre o percentuali incredibili in cambio di un piccolo investimento iniziale sta sicuramente nascondendo qualcosa.

Il fatto che Tessline è sicuramente uno scam, non significa però che tutti gli altri investimenti siano da evitare. 

Tuttavia, investire con i mercati finanziari non è un lavoro semplice e non è nemmeno possibile guadagnare senza fare nulla, come si evince all’interno delle pagine di Tessline, ovviamente prima di scomparire.

Quando ci si approccia ai mercati finanziari, ancora prima di investire è fondamentale studiare i mercati analizzando l’andamento dei titoli.

L’azienda di Tessline  affermava che con il suo sistema sia possibile guadagnare percentuali impensabili senza doversi impegnare oppure studiare.

Un vero e proprio albero della cuccagna, chi non vorrebbe guadagnare migliaia di euro al giorno senza fare nulla?

Da mesi tantissimi italiani hanno versato, minimo 50 euro, per avere una rendita giornaliera minima di 1.6% al giorno, per solo giorni lavorativi, calcolando che ci sono oltre 250 giorni lavorativi in un anno, sono oltre il 400% di interessi all’anno.

La bellezza che gli interessi arrivavano tutti i giorni, ed ovviamente c’era la possibilità per chi portava nuovi clienti, di guadagnare con il metodo multilevel. 

L’entusiasmo è partito in tutto il mondo, grandi convention, aperture di uffici, di persone che erano convinte e di conseguenza convincevano altri ad investire.

Poi un bel giorno, il sito diventa offline, tutti a scrivere nei vari gruppi che il sito è in manutenzione, ma dopo 7 giorni, non si hanno più tracce di nessuno, e tutti i soldi investiti sono andati in fumo.

Questa è la piccola cronostoria di Tessline, che era stata già ammonita dalla Consob, e in questo mondo, dove si cerca il guadagno semplice, di Tessline ce ne saranno ancora tante, e nessuno che provi a lamentarsi, perchè tanto chi te lo ha proposto, ti risponderà…TE LO AVEVO DETTO CHE ERA RISCHIOSO!!

P.s. chi scrive ha perso qualche centinaia di euro.

Gianni Carra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *