HOMESPORT

Milan la grande illusione

Dopo anni di sofferenza del dopo Berlusconi, i tifosi del Milan lo scorso anno sono tornati a festeggiare la vittoria in campionato.

Sembrava la ripartenza di un possibile nuovo ciclo, un campionato vinto con giocatori giovani e sopratutto una Società senza debiti.

Ma la realtà è completamente diversa dalle aspettative, il Milan ha vinto un campionato alla “Zaccheroni”, come quello vinto nel 1998/99, dove Lazio e Fiorentina fecero di tutto per perderlo, ed anche in quel caso fu una grande illusione perchè il Milan impiegò anni per tornare a vincere.

Dopo la vittoria in Campionato la Società, ovvero un fondo di investimento, mette in pista uno che con il calcio non ci azzecca nulla Gerry Cardinale, un personaggio simile come ai Cinesi del dopo Berlusconi, il Presidente si chiama Scaroni, scrivo il nome perchè molti non ne sapevano neanche l’esistenza, mentre i due uomini operativi sono Maldini e Massara.

La campagna acquisti di una squadra Campione d’Italia è stata disastrosa, sopratutto per il budget messo a disposizione, dopo stagioni di acquisti risultati ottimi, Theo Hernandez, Leao, Maignan, Tomori, Tonali ed altri giovani, la campagna acquisti non è stata “fortunata”.

Origi, Vranckx, Dest, Adli, Pobega e sopratutto 35 milioni su un giovane inesistente De Keteleare, non può essere una campagna acquisti di una squadra campione d’Italia che oltretutto a perso Kessie e si ritrova in rosa giocatori mediocri come Krunic, Gabbia, Messiah e Saelemaekers.

Probabilmente è stato un vero miracolo il campionato vinto nella scorsa stagione, la realtà è che abbiamo visto 11 giocatori stranieri in campo contro la Salernitana, Krunic diventare un giocatore di categoria superiore, così importante che Beennacer e Tonali a turno vanno in panchina ma sopratutto un allenatore che sembrava modesto è invece cambiato totalmente a colpi di “Pioli on fire”… lo dico da anni che la disco music è cambiata.

Leao ora è visto come il capo espiatorio dei danni di questa stagione, senza ricordare cosa ha fatto nella scorsa stagione ed all’inizio di questa, poi Pioli lo ha messo in un ruolo che non è il suo ed il gioco è fatto.

Niente da fare cari tifosi milanisti abbiamo vinto un Campionato, che ci teniamo stretto, siamo nei quarti di Champions ma il futuro è quello che dobbiamo ancora ricostruire tutto, pochi giocatori possono indossare questa maglia con ambizioni importanti ed uno ha 37 anni Giroud.
Chi si firma è milanista dal 1962!!
Gianni Carra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *