ATTUALITA'HOME

Liste d’attesa infinite all’ospedale di Sassari

Prenotare una visita specialistica può risultare difficile, se non addirittura impossibile.

Il problema delle liste d’attesa infinite era presente già prima dell’arrivo del coronavirus.

L’ultimo caso arriva da Sassari, dove un anziano dovrà attendere maggio per effettuare una ecografia e novembre per una colonscopia.

A marzo 2020, occorrevano già 8 mesi nell’ospedale per una Tac con il contrasto.

Sette mesi di attesa, invece, per una mammografia, 5 mesi per un Tsa e 5 mesi per una normale Risonanza.

E per le visite specialistiche ci volevano 40 giorni per una visita ortopedica, 130 per una neurologica, 77 per una endocrinologica e 81 per una pneumologica.

Con l’arrivo del Covid, i tempi si sono moltiplicati.

Chi non può attendere e vuole evitarli è costretto a cercare una soluzione alternativa per effettuare gli esami.

Ricorrere ad una raccomandazione, oppure deve spendere soldi per una visita privata.

Gianni Carra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *