HOMESPORT

GIOVANNI MORO IL FUORI QUOTA DI LUSSO DEL LI PUNTI

Giovanni Moro è un 2001 e Mister Salis lo ritiene un titolare inamovibile, per la tecnica, l’intelligenza tattica e l’impegno totale in tutti i 90 minuti delle partite fin qui effettuate. 

Studente al Liceo delle scienze scienze umane, tifoso interista ma il suo giocatore preferito è Ronaldo per la costanza nel sacrificio e nel lavoro.

Ha iniziato a giocare a 5 anni nella Sacra Famiglia per 9 anni, per poi passare alla Juventus Academy Torres giovanissimi, per poi proseguire in allievi con il Latte Dolce, al secondo anno allievi è stato stato aggregato alla prima squadra dell’Usinese esordendo a solo 16 anni, l’anno successivo ha fatto un anno titolare in promozione a 17 anni per poi passare a giocare in questa stagione a Li Punti.

Giovanni quest’anno stai giocando il tuo primo campionato in Eccellenza, che sensazioni provi e che stagione è stata fino ad ora?:

“Questa stagione per ora sta andando molto bene mi sto confrontando con gente che ha giocato anche in categorie superiori e il sostegno dei più anziani mi aiuta a crescere per ora siamo in linea con l obiettivo che è la salvezza.”

Domenica sei stato impegnato da centravanti, come ti sei trovato e quale pensi sia il tuo ruolo in campo?:

Domenica ho giocato centravanti, ruolo che ho ricoperto per molti anni nella mia carriera, mi sono trovato bene cercando di aiutare la squadra in ogni modo, sono un giocatore molto duttile che può ricoprire diverse posizioni, però preferisco essere un centrocampista avanzato o mezza punta.

Un allenatore che ha lasciato il segno nella tua giovane carriera.

Vorrei ringraziare due allenatori che mi hanno aiutato a crescere, Mister Omar Rivolta e Mister Marco Asara.

Diciannove anni da compiere ad aprile, Giovanni Moro ha le idee chiare, sentiremo parlare presto di questo giovane anche in altre categorie superiori.

Gianni Carra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *