A cena con Mister Cosimo Salis

Ricordo la prima volta che ho conosciuto Cosimo Salis fu a Valledoria, dopo una partita di promozione tra Li Punti e Valledoria.

I biancoazzurri erano primi in classifica e la sua intervista iniziava così. “puntiamo alla salvezza”, me ne andai subito perchè pensavo di essere preso in giro, invece con il tempo ho capito che cosa volesse dire con quella risposta.

Dopo una stagione positiva in Eccellenza, ci siamo ritrovati a cena al Touch on The Beach di Alghero, e mangiando un’ottima pizza, Mister Salis mi ha raccontato 40 anni di vita notturna dei più noti locali di Sassari.

Al contrario dei giovani di oggi, che vanno aletto alle 6 ma si alzano alle 17, Salis ha bisogno di poche ore per essere operativo anche di giorno.

Ovviamente non ho potuto non chiedere cosa ne pensasse della campagna acquisti del Li Punti:

“Sono molto contento di come sta operando la Società, abbiamo acquistato giocatori di qualità e giovani interessanti e con questa rosa ci giocheremo il campionato per rimanere in una categoria importante come quella di Eccellenza”.

Lo scorso anno Mister Salis mi diceva “sottovoce” “Caro Gianni se avessi un numero 9 ci tireremmo via delle belle soddisfazioni”, quindi ho chiesto ma il famoso numero 9?:

“io sono contento di questa rosa, Altea è un attaccante che può giocare in tutti i ruoli d’attacco, quindi lavorerò con una rosa importante”.

Quando siamo arrivati al dolce, una splendida torta alla fragola, Mister Salis si entusiasma sulla prossima costruzione del campo sintetico: 

“Sono sicuro che sul campo in sintetico ci esprimeremo diversamente dalle prestazioni casalinghe della scorsa stagione”.

Dopo il caffè solita foto di rito  ma vado via con un dubbio la Società regalerà il famoso numero 9 a Cosimo Salis?

Gianni Carra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *