MARRA, SALA E POI…?

marra-sala_3-650-jpg_1548367634

Una Nazione in ginocchio da oltre 25 anni, da quando nel 1992, abbiamo avuto una guerra civile con morti suicidati ed ammazzati.

Siamo stati illusi dal protagonismo di Di Pietro, dalla sua pulizia inesistente, in un periodo che Milano non era solo da bere.

Morta la Democrazia Cristiana, ci siamo ritrovati al governo, imprenditori, giornalisti, giudici, attori e comici, ma sopratutto i soliti “ladri”, quelli che dal potere non possono dimenticare la parola corruzione.

Oggi, come tutti i giorni, arrivano notizie, di indagati, arrestati e dimissionari, una nuova moda, quella del dimissionario.

Sembrerebbe tutto semplice, basterebbe avere un Presidente della Repubblica eletto dalla volontà dei cittadini, che decida di andare alle elezioni.

Poi non è detto che chi vincerà ci potrà governare bene, oppure non è corruttibile, ma forse era meglio quando si stava peggio, gli anni 60, e 80, sono gli anni del nostro benessere e sviluppo, e sicuramente, forse più di ora “rubavano tutti”, ma proprio tutti.

Oggi invece la lotta è parlare male degli altri, ma poi vengono presi tutti con le mani dentro la marmellata.

Stanno terminando di distruggere definitivamente una nazione con una risorsa che nessun altro possiede, gli Italiani, l’unica nostra salvezza siamo noi il popolo Italiano, ma prima o poi potremmo anche stufarci definitivamente di diventare ogni giorno sempre più poveri, e vedere mangiare questi personaggi tutto quello che i nostri figli vorrebbero costruire.

Dimenticavo ma che fine ha fatto…Di Pietro?

Gianni Carra